MyFreeCopyright.com Registered & Protected
Go to Hell. xoxo, F.
I hate the world (most of the time)
<3 Game of Thrones, the Hobbit, LotR, Big Bang Theory, HIMYM, Star Wars.
Rock music, dogs, Disney, Pixar, Dreamworks, random shit ;)
notes.

Per il ragazzo, amante delle mappe e delle stampe,
l’universo è pari al suo smisurato appetito.
Com’è grande il mondo al lume delle lampade!
Com’è piccolo il mondo agli occhi del ricordo!

Un mattino partiamo, il cervello in fiamme,
il cuore gonfio di rancori e desideri amari,
e andiamo, al ritmo delle onde, cullando
il nostro infinito sull’infinito dei mari:

c’è chi è lieto di fuggire una patria infame;
altri, l’orrore dei propri natali, e alcuni,
astrologhi annegati negli occhi d’una donna,
la Circe tirannica dai subdoli profumi.

Per non esser mutati in bestie, s’inebriano
di spazio e luce e di cieli ardenti come braci;
il gelo che li morde, i soli che li abbronzano,
cancellano lentamente la traccia dei baci.

Ma i veri viaggiatori partono per partire;
cuori leggeri, s’allontanano come palloni,
al loro destino mai cercano di sfuggire,
e, senza sapere perchè, sempre dicono: Andiamo!

I loro desideri hanno la forma delle nuvole,
e, come un coscritto sogna il cannone,
sognano voluttà vaste, ignote, mutevoli
di cui lo spirito umano non conosce il nome!

— C. Baudelaire













Abbiamo tempo per ogni cosa.

Per dormire, per correre a destra e a sinistra,
per pentirci d’aver sbagliato e sbagliare ancora una volta,
per giudicare gli altri e assolvere noi stessi,
abbiamo tempo per leggere e scrivere,

per correggere ciò che abbiamo scritto, per pentirci di ciò che abbiamo scritto,

abbiamo tempo per fare progetti e non seguirli,
abbiamo tempo per farci illusioni e rovistare tra le loro ceneri in seguito.

Abbiamo tempo per le ambizioni e le malattie,
per incolpare destino e dettagli,
abbiamo tempo per guardare le nuvole, le pubblicità o un incidente,
abbiamo tempo per evitare le domande e rinviare le risposte,
abbiamo tempo per infrangere un sogno e reinventarlo,
abbiamo tempo per farci nuovi amici, e per perderli,
abbiamo tempo per ricevere lezioni e dimenticarle,
abbiamo tempo per ricevere regali e non capirli.
Abbiamo tempo per ogni cosa.

Non abbiamo tempo solo per un po’ di tenerezza.
Quando si fa anche questo – si muore.

Ho imparato alcune cose nella vita che condividerò con voi!

Ho imparato che non puoi far nulla perché qualcuno ti ami,
tutto ciò che puoi fare è essere una persona amabile.

Il resto… dipende dagli altri.
Ho imparato che per quanto a me interessi
agli altri potrebbe non importare nulla.
Ho imparato che ci vogliono anni per conquistare la fiducia
e solo pochi secondi per perderla.
Ho imparato che non imposta COSA hai nella vita
ma CHI hai.

Ho imparato che te la puoi cavare e che il fascino ti può essere d’aiuto per circa 15 minuti,

dopo, però, sarebbe bene che tu sapessi qualcosa.

Ho imparato che non ci si deve confrontare con quello che gli altri sanno fare meglio,
ma con quello che tu sai fare.

Ho imparato che non importa cosa succede alle persone,
importa quello che io posso fare per aiutarle.

Ho imparato che in qualunque modo tagli

ogni cosa ha due facce.

Ho imparato che devi separarti dai tuoi cari con parole dolci

perché potrebbe essere l’ultima volta che li vedi.

Ho imparato che puoi continuare ancora per molto tempo

dopo che hai detto di non farcela più.

Ho imparato che gli eroi sono quelli che fanno ciò che si deve, quando si deve,

indipendentemente dalle conseguenze.

Ho imparato che ci sono persone che ti amano

ma non sanno dimostrarlo.

Ho imparato che quando sono arrabbiato ho il diritto di essere arrabbiato,

ma non ho il diritto di essere cattivo.

Ho imparato che l’amicizia vera continua anche a distanza,
e questo vale anche per l’amore vero.

Ho imparato che se qualcuno non ti ama come tu vorresti,

ciò non significa che non ti ami con tutto il cuore.

Ho imparato che per quanto buono possa essere un amico,

di tanto in tanto ti ferirà comunque,

e tu dovrai perdonarlo per questo.

Ho imparato che non sempre è sufficiente essere perdonati dagli altri,

a volte devi imparare a perdonare te stesso.

Ho imparato che non importa quanto soffri,
il mondo non si fermerà a causa del tuo dolore.

Ho imparato che il passato e le circostanze possono influenzare la tua personalità,

ma sei TU il responsabile di ciò che diventi.

Ho imparato che se due persone litigano, non significa che non si amino,

e che nemmeno il fatto che non litighino dimostra che si amino.

Ho imparato che a volte devi mettere la persona al primo posto

e non le sue azioni.

Ho imparato che due persone possono guardare la stessa cosa

e vederla in modo del tutto differente.

Ho imparato che a prescindere dalle conseguenze
coloro che sono onesti con sé stessi vanno lontano nella vita.

Ho imparato che la vita ti può essere cambiata in poche ore

da persone che neppure ti conoscono.

Ho imparato che anche quando pensi di non avere più niente da dare,
quando un amico ti chiama troverai la forza per aiutarlo.

Ho imparato che scrivere e parlare

possono dare sollievo ai dolori dell’anima.

Ho imparato che le persone alle quali tieni di più

ti vengono portate via troppo in fretta…

Ho imparato che è troppo difficile da capire

dove tracciare una linea tra l’essere gentile, per non ferire gli altri,

e il sostenere le tue opinioni.

Ho imparato ad amare
per essere amato.

Octavian Paler (via mariofiorerosso)




❝Amo ridere, giocare. Amo le cose belle, le belle storie che dicono qualcosa, mi piace tutto ciò che fa palpitare il cuore. E’ bello aver la pelle d’oca, significa che stai vivendo.❞
Jose’ Saramago (via siatequellochesietedentro)




notes.

❝Ci si abitua a vivere dipendendo dall’opportunità che non arriva, tranquilli in fondo, al sicuro e passivi, increduli in fondo che possa mai presentarsi.❞


notes.

❝Non ho idea di cosa dovrei fare, so solo quello che posso fare.❞
— James T. Kirk, Star Treek Into Darkness




notes.

❝Turns out.. I accept and appreciate even the grossest, creepiest, most sociopathic parts of you.❞
— Robin, HIMYM




notes.

❝Stavano cercando di contagiarmi con l’arma batteriologica del secolo: il tedio. Quella che ti convince che aspettare di vivere è meno faticoso di vivere.❞
— Stefano Benni